Premio gastronomico Basque Culinary World Prize

By 15 marzo 2017Eventi, food style

A partire da oggi, i professionisti attivi nella gastronomia, ristoratori, scrittori, giornalisti e istituzioni, sono invitati a nominare i candidati del premio Basque Culinary World Prize che corona vincitore uno chef, di qualsiasi nazionalità e cultura culinaria, che abbia migliorato la società attraverso la gastronomia.

Con questo premio ci si rivolge alla comunità gastronomica per raggiungere, in tutte le parti del mondo, quelle persone con iniziative innovatrici a cui non viene data visibilità.

Il premio Basque Culinary World Prize sarà sottoposto al giudizio di molti fra gli chef più stimati al mondo che costituiscono il Consiglio Internazionale del Basque Culinary Center. Sarà presieduto da Joan Roca (Spagna) e vi parteciperanno anche Gastón Acurio (Perù), Ferran Adrià (Spagna), Alex Atala (Brasile), Dan Barber (USA), Michel Bras (Francia), Heston Blumenthal (UK), Massimo Bottura (Italia), Dominique Crenn (Francia), Yoshihiro Narisawa (Giappone), Enrique Olvera (Messico) e René Redzepi (Danimarca).

Si uniranno alla giuria assegnatrice del premio anche esperti di spicco nelle discipline di loro competenza come la celebre scrittrice di romanzi messicana Laura Esquivel (autore di Dolce come il cioccolato) e Kirmen Uribe, famoso romanziere, poeta e drammaturgo basco.

 

Anche Maria Fernanda di Giacobbe, vincitrice venezuelana del premio Basque Culinary World Prize nel 2016, parteciperà alle decisioni che concorreranno all’assegnazione di tale riconoscimento. L’anno scorso la Giacobbe fu scelta per il suo lavoro pionieristico con il cioccolato venezuelano attraverso progetti sociali quali Kakao e Cacao de Origen, con i quali ha costituito un ecosistema di istruzione, imprenditorialità, ricerca e sviluppo intorno al seme di cacao criollo, rendendolo fonte di identità, cultura e progresso. In mezzo alla complessa situazione politica nella sua nazione, ha offerto opportunità alle donne che si trovano in condizioni economicamente vulnerabili.

Il premio Basque Culinary World Prize è organizzato e promosso dal Basque Culinary Center (BCC), un’istituzione accademica leader a livello mondiale nel settore della gastronomia, e dal Governo Basco all’interno della Strategia Euskadi-Basque Country.

 Qualche commento dalla giuria latinoamericana e italiana…

 

La vincitrice dello scorso anno, Maria Fernanda Di Giacobbe, ha affermato: “Da quando abbiamo vinto il premio, il nostro lavoro ha assunto una nuova dimensione. Abbiamo aiutato molte più donne a diventare “imprenditrici del cioccolato”. Ciò ci ha permesso di fissare nuovi obiettivi e di avviare nuove modalità per creare un collegamento con il mondo. Le novità del premio hanno raggiunto tutto il Venezuela, persino le zone più periferiche. Chi non ha mai davvero pensato che il cacao in quanto coltivazione potesse migliorare le proprie vite mi ha contattato per raccontarmi la propria storia e chiedermi informazioni.”

 

Massimo Bottura, chef pluripremiato dell’ Osteria Francescana a Modena afferma: “Con questo premio ci auguriamo di condividere con tutto il mondo storie di chef che attualmente utilizzano la gastronomia per un futuro migliore. Abbiamo necessità che la gente nomini coloro che lottano per raggiungere questo obiettivo, anche su scala ridotta: tutti facciamo parte della rivoluzione.”

 

Gastón Acurio, a cui si riconosce la rivoluzione mondiale nella cucina peruviana nel mondo, e che gestisce più di 40 ristoranti in tutto il mondo afferma:“Cucinare non è un’attività fine a se stessa, ma rappresenta un percorso atto al raggiungimento di qualcosa di più importante. Ha davvero il potere di trasformare la società poiché interessa qualsiasi cosa, dall’istruzione, all’ambiente, all’imprenditorialità, all’identità culturale fino all’agricoltura e al commercio. Per molto tempo, tale potere non è stato ben compreso. Oggi, finalmente sì. La cucina ha dimostrato di essere un potente motore verso il cambiamento. Pertanto, gli chef devono essere impegnati e consapevoli della loro possibilità di creare una società più giusta, generosa e sostenibile.”

 

Partecipazione al Premio

Per poter concorrere al premio, gli chef devono essere nominati da un altro professionista che attualmente lavori nel mondo della gastronomia, per esempio, un altro chef, oppure uno scrittore gastronomico oppure un fornitore di provviste alimentari, oppure un’istituzione, tramite il sito web del Basque Culinary World Prize, entro il 2 maggio.

Il vincitore sarà proclamato il 18 luglio 2017 in occasione del meeting del Comitato Internazionale del Basque Culimary Center, che quest’anno avrà luogo a Città del Messico e riceverà € 100.000 da devolvere in un progetto a sua scelta che supporti il ruolo della gastronomia nella società.